Un tempo si pensava che i videogiochi fondessero il cervello e fossero uno spreco di tempo prezioso per i giovani di allora. Al giorno d’oggi, ciò potrebbe non essere lontano dalla verità, i videogiochi moderni educano e stimolano le menti dei videogiocatori. Ecco una lista dei 5 migliori videogiochi più stimolanti per la mente.

Bejeweled 3

Uno dei rompicapi più popolari di tutti i tempi è la serie di Bejeweled e l’ultimo gioco ufficiale della serie pubblicato dallo sviluppatore PopCap Games nel 2010 ha conquistato la vita di milioni di giocatori. Ha venduto più di 75 milioni di copie in tutto il mondo, con oltre 150 milioni di download.

Alla serie Bejeweled è stato attribuito il merito di aver ispirato il videogioco per dispositivi mobili classico Candy Crush Saga, portando la struttura del gioco di “allineare 3 oggetti di seguito” sulla piattaforma principale. Questa ultima edizione della serie di Bejeweled offre ai giocatori diverse modalità di gioco, come Classic, Zen, Lightning e Quest. Ci sono anche una serie di modalità segrete a disposizione dei giocatori tra cui Butterflies, Diamond Mine, Ice Storm e Poker. Online esistono molti giochi emozionanti di slot machine e questa serie è diventata molto popolare anche nei casinò online, che si sono ispirati a questo videogioco.

Portal

La vita dopo l’uscita di Half-Life è sempre stata difficile per gli appassionati dell’iconico gioco per computer, ma fortunatamente lo sviluppatore Valve Corporation ha avuto un piccolo asso nella manica, pubblicando Portal, un gioco mentalmente intenso. Il videogioco è stato inizialmente pubblicato nel 2007 su PC, ma di recente nel 2014 è uscita anche una versione per Android.

La trama di Portal è abbastanza complessa, i giocatori devono risolvere dei rompicapi all’interno del gioco aprendo degli spazi di passaggio virtuali che separano due superfici piane utilizzando il Dispositivo Portatile per Portali di Aperture Science. A prima vista non è un videogioco adatto a tutti, ma questo piace sempre più agli utenti, vengono spinti nel mondo virtuale perché diventano ossessionati dal voler risolvere ogni rompicapo che hanno davanti. I giocatori trascorrono tantissime ore a giocare ripetendo a sé stessi “solo un altro rompicapo”.

Kyodai Mahjongg

Questo è uno dei rompicapi visivamente più sbalorditivi disponibili sul mercato ed è stato un grande successo per gli appassionati dei rompicapi nel corso degli anni. Originariamente pubblicato nel 1997, il gioco si è evoluto in una bellezza 3D con alcune delle grafiche più piacevoli sul mercato e una giocabilità che richiede un minuto di apprendimento, ma una vita per acquisire esperienza.

L’obiettivo del gioco è semplice. Al giocatore viene presentato un puzzle multistrato di tessere con figure diverse. I giocatori devono selezionare due tessere che abbiano la stessa figura e che non siano bloccate da altre tessere. Quelle uguali quindi scompariranno una volta selezionate e il gioco continua fino a quando il giocatore avrà esaurito le tessere da selezionare. Completare questo rompicapo è una corsa contro il tempo.

Tetris

La prima versione del gioco a mattoncini da allineare uscì sul mercato per la prima volta nel 1984, quando venne sviluppato da Alexey Pajitnov, progettista di videogiochi. All’epoca lavorava per il Dorodnicyn Computing Centre dell’Accademia delle Scienze Sovietica a Mosca. All’epoca non immaginava che il suo nuovo gioco avrebbe rivoluzionato il mondo dei videogiochi rompicapo per computer.

Tetris divenne il primo software di intrattenimento ad essere trasferito tra l’URSS e gli Stati Uniti dove è stato poi pubblicato su Commodore 64 e PC. Il gioco decollò quando venne pubblicato nel 1989 sul dispositivo portatile Nintendo chiamato The Game Boy. La serie Tetris da allora è arrivata a vendere l’incredibile cifra di 170 milioni di copie in tutto il mondo, i giocatori ne divennero ossessionati, cercando di realizzare diversi blocchi sagomati a forma rettangolare prima che i blocchi costruiti si impilassero fino a raggiungere la parte superiore dello schermo. Lo scopo del gioco è creare linee orizzontali di blocchi senza interruzioni, che scompaiono se vengono completate, diversamente se il giocatore non ci riesce, perde. Molti ritengono che questo sia il più grande videogioco rompicapo di tutti i tempi.

Lemmings

Lanciato nel 1991 e sviluppato da DMA Design, il gioco ha lo stesso nome dell’animale dalle presunte tendenze suicide. Questo mito è stato sfatato ma il videogioco è comunque fantastico, la sicurezza e la salute di questi piccoli animaletti idioti è interamente nelle mani del giocatore.

I lemming di questo gioco sono esseri antropomorfizzati che hanno il potenziale di riuscire a realizzare una serie di trucchi, come scavare, bloccare e costruire. I giocatori devono utilizzare le abilità possedute dai propri lemming per evitare catastrofi e guidare le proprie creature lontano dal pericolo e in un rifugio sicuro. La colonna sonora è diventata quasi leggendaria come il gioco, i giocatori canticchiano le canzoni ogni giorno. Ogni bambino che è cresciuto giocando a questo gioco non potrà mai dimenticare l’orrore nel vedere i propri lemming morire nella lava incandescente o la gloriosa sensazione di estasi quando i propri lemming raggiungevano con successo dei luoghi sicuri. Che gioco!

Post a Comment

Nuova Vecchia