Vi è mai capitato di offrire un servizio o di vendere un prodotto e non essere pagati? Purtroppo queste cose accadono davvero di frequente, e non sempre si tratta di cifre irrisorie o sulle quali si può o si vuole sorvolare. A volte ci troviamo a chiederci se rivedremo mai la cifra che ci spetta, e iniziamo a fare mille riflessioni sul da farsi, chiedendoci se sarà troppo presto per farci sentire o se la persona che ci deve pagare è davvero affidabile. Quali sono in questi casi le valutazioni da fare?

Prima di tutto bisogna pensare alla persona che è in debito con noi e al livello di fiducia che abbiamo verso questa. In un secondo momento ci dobbiamo chiedere quanto tempo siamo disposti ad aspettare per rivedere la cifra dovuta e imporci un limite massimo entro il quale il debito dovrà essere saldato. Può essere consigliabile certe volte decidere di inviare una lettera, preferibilmente una raccomandata con ricevuta di ritorno così da essere certo della sua ricezione, nella quale scriveremo la somma del debito, il metodo preferito per il pagamento e soprattutto una data di scadenza che non dovrà essere né troppo vicina né troppo lontana; solitamente 20-30 giorni sono un ottimo lasso di tempo.

Ma se il debitore non risponde? È normale sentirci un po’ inermi o avere pensieri non proprio positivi, ma è assolutamente sconsigliato procedere con chiamate e lettere sempre più frequenti che possono sembrare minatorie, non faremo altro che allontanare la somma che ci spetta. Di solito in questi casi si dichiara al debitore che si procederà “per vie legali”, ma cosa si intende esattamente?

Spesso capita di dover procedere attraverso queste fantomatiche vie, ma non si sa mai da che parte iniziare. Chi chiamare? Un avvocato? E come sceglierlo? Quali sono i passi da seguire per approcciarci a un professionista in grado di recuperare il proprio denaro e quali saranno le pratiche cartacee da sbrigare? Normalmente sono queste le domande che si affollano nella mente di chi si trova in questa situazione, ma fortunatamente anche in momenti del genere web è dalla nostra parte.

Oggi è indispensabile saper utilizzare al meglio uno strumento importante come internet per avere a portata di mano le soluzioni più semplici e soprattutto più congeniali ad ogni situazione. Non solo ci si può informare su quali sono le procedure da intraprendere, ma è possibile anche trovare delle agenzie di recupero del credito online, in grado di risolvere questi annosi diverbi. Ogni settore ha i suoi professionisti ed è bene che siano loro a gestire tali annose situazioni monetarie, per evitare che i tempi si prolunghino eccessivamente o che il nostro credito non venga mai saldato, soprattutto in quegli spiacevoli esempi nei quali abbiamo a che fare con individui abituati a truffe e raggiri. A questo punto sarà l’agenzia a cui ci siamo rivolti a prendere in mano la situazione e guidarci, evitando di farci perdere altro prezioso tempo, spesso infruttuoso.

È importante quando si valuta se procedere o meno attraverso una società di recupero crediti, evitare di sentirci in colpa, bisogna ricordarsi che è il debitore ad essere in difetto e non noi, pensare che quello che stiamo chiedendo è semplicemente ciò che ci spetta di diritto. Un altro consiglio può essere quello di non partire scoraggiati pensando che tanto abbiamo già provato tutte le strade, bisogna aver fiducia nella società interpellata e ricordarci che ognuno sa fare il proprio lavoro, un dentista ad esempio non è tenuto a conoscere il lavoro del recupero creditizio così come nessuno si farebbe estrarre un dente da un agente di recupero! Quindi niente paura, mettiamoci nelle mani di persone esperte e pretendiamo ciò che ci spetta!

Post a Comment

Nuova Vecchia