Testati da Anonymster i cinque prodotti più efficaci: ExpressVPN, NordVPN, BufferedVPN, VyprVPN e  StrongVPN

Chi fruisce di un abbonamento a Netflix in Italia si è trovato spessissimo a dover fare i conti con il blocco dei cataloghi messi in onda sulle piattaforme di altri paesi come gli Usa, il Canada, il Regno Unito.

In realtà i possessori di un abbonamento a Netflix dovrebbero vedere l’intera programmazione dell’azienda disponibile nei vari Stati quindi film, serie Tv e quant’altro compone i palinsesti.

Purtroppo ciò non accade a causa dei diritti d’autore e dei contratti sottoscritti nel paese di riferimento.

Per questo Netflix blocca i contenuti e quasi tutte le connessioni VPN, Virtual Private Network.

Le VPN per Netflix ancora disponibili sono elencate in alcune pubblicazioni e permettono agli utenti di prendere visione dell’intero pacchetto Netflix senza alcuna frontiera territoriale.

Di fatto l’utilizzo di connessioni VPN, che consentono di collegarsi alle trasmissioni in onda in altri Stati,  è fuori legge perchè contravviene agli accordi, ma in realtà la ‘forzatura’ si verifica sempre più spesso.

Ed è proprio la connessione che va oltre gli spazi territoriali a creare dissapori fra i produttori  e  Netflix, che si vede costretta a sbandierare a gran voce il blocco totale delle VPN estere, rischiando di infastidire gli utenti, che potrebbero decidere di disdire l’abbonamento.

Necessario aver a disposizione una VPN veloce

Per poter annientare il blocco è necessario avere a disposizione una VPN veloce, in grado di aggirare l’ostacolo della geo-localizzazione e di garantirsi uno streaming in alta definizione, capace di rendere la visione fluida senza incappare in continue interruzioni, che innervosiscono l’utente e non garantiscono immagini di qualità.

Chi come Anonymster tiene aggiornati i lettori su VPN e guide alla sicurezza su Internet, verifica costantemente le connessioni con test specifici, conscio che si tratta di una materia in continua evoluzione.

Verificare le VPN nell’arco di tutto il periodo di prova

Le VPN consigliate possono essere provate per un determinato periodo di tempo, per verificare il grado di soddisfazione e la qualità delle trasmissioni. In caso di malfunzionamento o di tempi troppo lunghi di attesa nel caricamento, l’utente può chiedere il rimborso e scegliere un altro provider.

Il consiglio è quello di fruire del periodo di prova per testare il prodotto più e più volte. Talvolta infatti la VPN sembra essere disattivata per alcuni giorni ma poi la connessione riparte e garantisce la massima soddisfazione.

Fra le soluzioni testate, e al momento non ancora bloccate da Netflix, troviamo realtà come ExpressVPN, NordVPN e connessioni simili, che vantano una stabilità del 99% per un ottimo risultato.

VPN: le caratteristiche dei prodotti migliori

Perchè una VPN sia davvero efficace è necessario che disponga di una larghezza di banda illimitata, di un protocollo di sicurezza senza troppe limitazioni e vanti inoltre un certo numero di indirizzi IP in maniera tale da aggirare i blocchi.

Fra i migliori prodotti VPN per Netflix cinque attualmente godono delle caratteristiche adeguate.

Testati ripetutamente hanno consentito di ottenere ottimi risultati.

Parliamo di:

  • ExpressVPN
  • NordVPN
  • BufferedVPN
  • VyprVPN
  • StrongVPN.

Nel caso in cui le VPN dovessero dare problemi gli esperti consigliano un cambio di server o un controllo accurato per scoprire eventuali falle dell’IP.

Ma non solo. Può infatti essere utile svuotare la cache e dulcis in fundo chiedere informazioni al servizio clienti di Netflix per avere un’idea precisa di quali server risultano funzionanti.

Post a Comment

Nuova Vecchia