Col passare degli anni il mondo dei videogiochi e dei giochi online si è sempre più arricchito, arrivando a configurarsi come autentica esperienza, un qualcosa che va al di là dell’hobby e del passatempo. E che, in una sola parola, crea e ricrea veri e propri momenti emotivi da vivere tutti d’un fiato. Sta proprio nell’emotività del gioco il vero passo avanti compiuto negli ultimi decenni. E nella capacità di creare esperienza. Sarebbe stato possibile questo salto di qualità, senza la musica e il sound design? 

Anzitutto vanno distinte queste due componenti: col sound design si costruisce l’ambiente di gioco, mentre con la musica si va ad incidere sulla componente emotiva ed emozionale. Il sound design è interno alla narrazione, la musica è esterna e serve per dare ritmo, velocità, azione. La musica è la colonna sonora, è la lista di tracce musicali inserite nel videogioco o nel gioco, mentre il sound design è rintracciabile nei passi, nel rumore degli spari in un videogame action, e via dicendo. Fatto sta che queste due componenti rendono un titolo quel che è a tutti gli effetti. 

Prodotti come Super Mario Bros, un must per più di cinque generazioni, non avrebbero avuto lo stesso successo senza le musiche ed il sound design che lo caratterizzano. E così fino ai tempi più recenti: si può dire, senza timore di essere smentiti, che i giochi oggi pensati per console come PlayStation ed Xbox tanto devono alla loro componente musicale.



Il sound design stimola i neurotrasmettitori del nostro cervello ed arriva ad essere fondamentale in tutta una serie di operazioni: quando si supera o fallisce un determinato livello, quando si giunge a certi obiettivi, quando si progredisce o regredisce in una missione. La musica, invece, è quella che accompagna i processi, rendendoli in qualche modo unici: esempi come The Witcher o The Last of Us, pluripremiati titoli da console, non avrebbero avuto la stessa pregnanza senza le colonne sonore che li accompagnano: dai ritmi tetri dello scenario post-apocalittico ai cori e ai canti stile medievali che fanno danzare lo “strigo” contro gli avversari. 

Con il gioco, infine, la musica è diventata essa stessa gioco. Per questo sono nati titoli a tema e trazione musicale: la serie Guitar Hero è indicativa in questo senso, ma non è certo l’unica. Il mondo delle slot machine online, per esempio, ha dato molto spazio alla musica e ai vari generi negli ultimi anni, creando prodotti sempre più competitivi per una fetta di pubblico assetata di novità. Con le slot machine online, si può dire che la musica abbia raggiunto un nuovo punto d’arrivo all’interno del mondo dei giochi. 

Un esempio perfetto è rappresentato dalla slot tematica “The Big Easy” , pensata come un grande coacervo di locali notturni, luci al neon e musicisti di jazz autentici protagonisti di questa slot con un sistema di gioco a cinque rulli e venti linee di puntata. Il gioco prevede premi per combinazione fino a 1000 gettoni, simboli wild che si comportano da jolly, scatter che premiano con importi fino a 20 gettoni ed un bonus free spins con giocate gratuite e moltiplicatori di vincite. 






Post a Comment

Nuova Vecchia