IMMORTALS FENYX RISING - PS5 - RECENSIONE

Ubisoft stravolge completamente il mondo greco e i suoi illustri personaggi del monte Olimpo per mettere in scena uno spettacolo del tutto nuovo, frizzante e accattivante, grazie. Immortals Fenyx Rising.


 Protagonista indiscusso del nuovo gioco per PlayStation 5, ovvero Immortals Fenyx Rising, è Fenyx, di cui non è dato sapere il sesso. A voi l’ardua scelta. Tuttavia si tratta di un gioco corale ed ecco che Fenyx è circondato da personaggi i cui nomi e le cui imprese riecheggiano da secoli, ovvero Zeus, dio amante dei sollazzi; Prometeo, punito per aver avuto compassione degli uomini e aver tentato di aiutarli; Tifone, titano forte e astuto; Afodite, Atena, Ares e tanti altri. Ognuno con la propria peculiarità, con i propri tormenti e le proprie avventure. 

Un cast di attori, a voler usare un linguaggio del tutto cinematografico, di un cero calibro: un ventaglio di emozioni, azioni e colpi di scena pronti a entusiasmare il giocatore, che viene continuamente e completamente travolto e trascinato dagli eventi e da questi curiosi personaggi sul palcoscenico. 

Come in ogni commedia greca che si rispetti, il momento del Prologo è sempre seguito dal momento dell’Agone, ovvero una disputa tra due personaggi rivali tra loro. 

In Immortals Fenyx Rising la disputa è tra Zeus e Prometeo, dove il rimo cerca di ottenere dal secondo un consiglio su come sconfiggere Tifone, il quale, stanco dei continui capricci delle divinità, aveva deciso di mettere a soqquadro l’intero universo olimpico. 

Ed è proprio questo l’espediente che consente a Ubisoft di introdurre sul palcoscenico delle divinità Fenyx, l’eroe (o eroina) che sconfiggerà il tanto temuto Tifone. È infatti Prometeo a narrare la sua storia. Come già anticipato, sarà il giocatore, a inizio partita, a poter sceglier il sesso del protagonista e i tratti somatici. 

Inizia così la grande avventura di Immortals Fenyx Rising, un’avventura dai tratti comici, divertenti, con battute non sempre riuscitissime e azzeccate, ma mai fuori contesto o sgradevoli. Ma la grande capacità di questo gioco sta nel sorprendere il giocatore ed ecco che dalla commedia si passa alla tragedia greca, senza per questo delude o appesantire. 

Con grande naturalezza e semplicità vengono introdotti, tra una battuta e un’altra, piccoli ma intensi momenti di riflessione o di pathos, come direbbero i greci stessi. Del resto le divinità greche sono note proprio per le loro incertezze, paure, tormenti amorosi e dolori. Tutto in perfetto equilibrio: commedia e tragedia, humor e pathos, gioia pura e dramma. 

Immotals Fenyx Rising quindi convince e conquista tutti, soprattutto perché unico nel suo genere, e non un clone di Zelda: Breath of the Wild, come in molti ipotizzavano, sebbene da esso prenda spunto. Buono anche l’aspetto grafico, che sembra essere curato e attento. Un risultato per nulla scontato, se si considerano le sette regioni dell’Isola d’Oro in cui si svolgono le azioni nella narrazione e che hanno messo a dura prova l’abilità dei grafici nel renderle diverse tra loro, in un equilibrio perfetto tra l’epico e il cartoon. Alquanto sempliciotta, invece, la componente tecnica. 

Su PlayStation 5 si può scegliere tra due modalità: la prima per valorizzare le prestazioni, fisse a 60 fps granitici, e la seconda per migliorare la qualità grafica. Probabilmente la prima opzione è la migliore, considerando che il gioco Immortals Fenyx Rising non è un gioco che richiede particolari prestazioni grafiche. 

Deludente l’integrazione della funzionalità Dualsense in quanto quasi del tutto inutile e assente, se non fosse per qualche effetto durante l’utilizzo dell’arco. Il gioco però non è fatto solo di combattimenti, ma anche di enigmi da svelare. 

Per esempio, il protagonista stesso è chiamato più volte a risolvere alcuni enigmi, necessari per poter proseguire con la narrazione. Alcuni addirittura prevedono anche dei premi, come i tanto bramati fulmini di Zeus, che possono essere barattati per una maggiore resistenza. 

Sebbene vi siano diversi livelli di difficoltà, tali enigmi e la loro risoluzione non risultano mai esageratamente complessi, ma al contrario, molto piacevoli e divertenti. Insomma, Immortals Fenyx Rising per PlayStation 5 consente al giocatore di giocare divertendosi realmente, con l’immediatezza e la spontaneità di una semplice battuta.

Un gioco per tutti, per tutte le età. Un modo originale e particolare di riscoprire i vecchi classici e i loro protagonisti, che spesso ci hanno fatto penare durante gli anni del liceo, con un pizzico di ironia che non guasta mai. Un raro caso di commedia videoludica, in grado di rendere simpatici anche i burberi abitanti dell’Olimpo. 

Provare per credere.


Immortals Fenyx Rising - VOTO: 8.6 alert-success

SCRIVI UN COMMENTO

scrivi un commento

Nuova Vecchia