Come aumentare la privacy sui propri dispositivi iOS con VPN

Oggi tutti noi sappiamo qual è l’importanza della nostra privacy, soprattutto alla luce di un fatto: sul web è molto facile farsi tracciare e andare incontro a diversi problemi, quali il furto d’identità. Di conseguenza, è altrettanto importante imparare a difendersi dalle potenziali truffe derivanti dalla raccolta dei nostri dati durante la navigazione. Purtroppo non è mai semplice navigare senza lasciare tracce, anche se si utilizza il browser in modalità incognito, quindi è opportuno trovare delle soluzioni.

VPN iOS

Soluzioni come le VPN ad esempio, che possono in effetti garantirci un efficace anonimato durante le nostre sessioni passate sul web, anche con i dispositivi iOS. Vediamo dunque di cosa si tratta e alcuni consigli utili.

L’utilizzo di una VPN è legale?


Molti in Italia si chiedono se l’utilizzo di una VPN è legale, e la risposta è assolutamente positiva. Si tratta infatti di un servizio che consente di accedere ad una rete di server esterni di proprietà dell’azienda, di riflesso non si consuma nessuna truffa da parte dell’utente. In secondo luogo, in Italia e in Europa non esistono leggi che vietano l’utilizzo di un virtual private network, proprio perché questo servizio non viola alcuna disposizione. Di contro, è fondamentale chiarire che i crimini commessi utilizzando una VPN sono comunque perseguibili per legge: ciò vuol dire che la navigazione in incognito è permessa, ma questo non autorizza l’utente a commettere reati telematici.

L’importanza di una maggiore privacy


Potenziare la propria privacy vuol dire evitare di lasciare tracce quando si naviga su internet. Ci sono infatti diverse orecchie all’ascolto che potrebbero captare i segni lasciati dal nostro passaggio, come nel caso degli indirizzi IP e di dati personali quali numero di telefono, email e generalità (ad esempio quando si compila un qualsiasi form). Le VPN per iOS impediscono l’individuazione dell’indirizzo IP dell’utente che le usa, in quanto lo mascherano sovrapponendo un secondo indirizzo IP (quello appartenente al server privato tramite il quale stiamo navigando). In sintesi, questi servizi crittografano i dati degli utenti in sede di navigazione e appunto coprono l’IP assegnandone uno diverso da quello originale.

I principali vantaggi delle VPN


Per prima cosa le VPN proteggono le comunicazioni, dunque schermano i dati che vengono scambiati dal cliente in entrata o in uscita. In secondo luogo, come detto, assegnano un IP esterno diverso dal proprio, di conseguenza durante la navigazione il vero indirizzo dell’utente non può essere captato in alcun modo da fonti esterne. Inoltre, il cambio di indirizzo IP dà la possibilità di superare senza sforzo i blocchi regionali, come quelli imposti dal catalogo di Netflix ad esempio. Infine, garantisce la totale sicurezza quando si usa un wifi pubblico per navigare, mettendo al riparo i propri dati ed evitando problemi.


1 Commenti

scrivi un commento

Posta un commento

scrivi un commento

Nuova Vecchia