Sounds of the dying city - un breve documentario su com’è nata la musica per Dying Light 2 Stay Human

Techland presenta un breve ed esclusivo documentario in cui potrai scoprire perché la musica in Dying Light 2 Stay Human è così speciale. In questo documentario Techland svela tutti i dettagli su com’è nata la colonna sonora del gioco e illustra quali sono state le ispirazioni e gli obiettivi che hanno guidato il compositore Olivier Derivière (Streets of Rage 4, Vampyr, A Plague Tale: Innocence) mentre lavorava sulla colonna sonora del gioco insieme alla London Contemporary Orchestra. 


 
Un video con i retroscena del processo di registrazione della colonna sonora presso gli Abbey Road Studios, uno degli studi più conosciuti del Regno Unito (dove in passato hanno lavorato artisti del calibro dei Beatles, i Pink Floyd gli U2). Inoltre, Techland ha fornito maggiori informazioni sul modo in cui il compositore si rapporta ai videogiochi e su come le sue idee e la sua musica sono entrate a far parte di Dying Light 2 Stay Human. Grazie alla collaborazione tra Olivier e i nostri talentosi sound-level designer a Techland potrai vivere in prima persona una colonna sonora che si evolve e cambia in base alle azioni che si compiono nel gioco.
 
Questo breve documentario tratta delle numerose difficoltà che hanno caratterizzato la produzione e la registrazione della colonna sonora, come il processo di registrazione particolarmente inusuale che, a causa della pandemia globale, ha costretto gli autori a registrare per la prima volta le singole sezioni dell'orchestra separatamente. Scopri come alcuni creatori provenienti da diverse parti del mondo, Londra, Parigi e Los Angeles, hanno unito le loro forze per creare la suggestiva e inconsueta colonna sonora di Dying Light 2 Stay Human

SCRIVI UN COMMENTO

scrivi un commento

Nuova Vecchia