Assetto Corsa uscì per la prima volta oltre un  anno su PC, divenendo fin da subito un punto di riferimento per gli amanti della simulazione. A distanza di oltre un anno, Assetto Corsa è disponibile anche su PS4 e Xbox One, grazie a 505 games facente parte del gruppo Digital Bros. Scopriamo come si comporta il gioco con le next gen attraverso la nostra recensione.

La versione su console è basata sulla versione standard disponibile per PC ed include moltissimi dei DLC usciti fin’ora, ad esclusione del Red Pack che comunque dovrebbe arrivare nei prossimi mesi, e con già la conferma che presto sarà disponibile anche un DLC dedicato alle Porsche.

Assetto Corsa si caratterizza da quattordici circuiti, riproposti in ben 26 varianti reali e diverse. Tra i circuiti troviamo i famosi Spa, Monza e il Nurburgring.

Assetto Corsa

Come per la versione per PC, anche qui ogni circuito è stato riprodotto in maniera maniacale, utilizzando la tecnologia Laser Scan che permette il rilevamento dei modelli tridimensionali con scale e risoluzioni differenti.

Il parco macchine comprende invece, oltre 90 auto, suddivise per classe e disponibili anche in diverse configurazioni. Infatti grazie ad alcuni accordi esclusivi stipulati con alcune case produttrici, potrete mettervi alla guida della mitica McLaren MP4 o guidare l’italiana Alfa Romeo Giuletta, o le Ferrari GT!

Così come i circuiti presenti nel gioco, anche le auto (sia internamente che esternamente) sono state riprodotte nel minimo dettaglio, indipendentemente dalla visuale utilizzata durante la guida. Ma quello che stupisce è il realismo di guida riprodotto. Unico nel suo genere!

AssettoCorsa_Partnership_006

Assetto corsa prevede diverse modalità di gioco come Time Trial, Eventi Speciali e Carriera.

Gli Eventi speciali, a sua volta, prevede una serie di competizioni a obiettivi suddivise per Time Attack, Hot Lap e Drift.

Nella modalità Carriera, invece il giocatore, inizierà la sua avventura su una 500 Abarth, sarà necessario gareggiare e gareggiare per sbloccare le successive categorie.

Inoltre è prevista, anche una modalità Multiplayer a 16 giocatori, ma che onestamente non ho provato più tanto, perchè ritengo che il vero cuore di Assetto Corsa sia la modalità Carriera e gli Eventi Speciali.

Il gameplay è semplicemente fantastico, fin’ora nessun altro gioco di tipo simulativo era riuscito a ottenere un livello simulativo pari al reale, tanto che ogni auto riesce a riprodurre il suo vero comportamento in pista, cosi che il giocatore possa vivere un’esperienza di gioco unica e mai vista fin’ora su una console!

Per ottenere il massimo del realismo è, a nostro avviso, fondamentale guidare con un volante di qualità che offra un buon Force Feedback, soprattutto se Assetto Corsa viene giocato senza aiuti, perchè è necessario avere la massima sensibilità per controllare la perdita di aderenza o un eventuale sovrasterzo. Quello che abbiamo capito con Assetto Corsa, è maledettamente difficile e che è un gioco che non perdona: ogni minimo errore può compromettere il risultato della corsa!

Geek4you on board

Ovviamente nulla vieta di giocare con il pad, ma il nostro consiglio è di abilitare nelle impostazione sia gli aiuti sulla stabilità, che quelli della trazione.

Per rendere unica l’esperienza di guida, è possibile, tra l’altro, modificare ogni componente dell’auto come l’aerodinamica, le barre anti-rollio o gli ammortizzatori per esempio, e poi verificare su pista se le modifiche portano dei vantaggi in base al nostro stile di guida. Inoltre il giocatore deve tenere in considerazione alcune variabili come la benzina e il degrado dei pneumatici (con tanto di blistering o graining), che possono influire in maniera significativa sull’esito della gara.

AssettoCorsa_Partnership_002

Su PS4 (versione da noi provata) assetto corsa gira a ben 60 fps a 1080p offrendo un’esperienza unica e spettacolare sotto ogni aspetto di gioco. Cosi come il comparto audio: fantastici i rombi dei motori!

In conclusione, ritengo che Assetto Corsa, sia il gioco sportivo di simulazione di guida per eccellenza, e se gli aggiungiamo che a svilupparlo è l’italiana Kunos Simulazioni, allora il 10 è d’obbligo!


Buzzoole

No more articles