ASUS TRANSFORMER 3 PRO T303U – RECENSIONE

Il mondo dei convertibili 2 in 1 si è arricchito del nuovo Asus Transformer 3 Pro: un prodotto che vuole fare concorrenza e che assomiglia sotto certi aspetti ai noti Surface della Microsoft. Sarà riuscita Asus a fare meglio della società americana? Beh, per saperlo .. non resta che leggere la nostra review!

HARDWARE

L’hardware inserito all’interno del Trasformer 3 Pro di Asus è di primo livello, infatti le varie configurazioni vedono la presenza di processori Intel Core i5 o i7 Skylake, con ram fino a 16 GB e storage SSD che può arrivare fino a 1 TB di capacità. La grafica invece è quello di Intel integrato nella scheda madre.

Completano la dotazione hardware il Wi-Fi Dual Band, la porta Type-C e la Asus Pen.

Nel dettaglio la configurazione del sample in nostro possesso è la seguente:

  • Schermo WQHD LCD IPS da 12.6” 2880×1620 e 275 PPI
  • Processore i5-6200U Skylake 2.3GHz
  • GPU Intel HD Graphics 520
  • RAM 4 GB
  • Storage interno: 512 GB espanbile
  • Fotocamera Posteriore da 13MP
  • USB Type C, Wi-Fi 802.11 AC e Bluetooth 4.1
  • Porta HDMI, USB 3.0 e Card Reader
  • Batteria da 39Wh

Il sistema operativo è affidato a Windows 10, che su questo dispositivo gira  decisamente bene, senza rallentamenti anche se qualche incertezza si può verificare con carichi di lavoro estremi come il rendering video.

DESIGN & SCHERMO

Asus Transformer 3 Pro ha dimensioni pari a 298,8 x 210,21 x 8.35 mm per un peso di 780 grammi in versione tablet e fino a 1,1 kg se utilizzato con tastiera / cover collegata.

Esteticamente è forse un po’ anonimo, ma quello che alla fine conta è la sua qualità costruttiva: tablet realizzato completamente in metallo, con un display da 12,6 pollici: misura giusta per lavorare, giocare e guardare video!

Nella parte posteriore del tablet è integrato un stand, inclinabile a piacimento fino a 170 gradi. Peccato però che su alcune superfici tende a scivolare un po’.

Sul lato destro, inoltre, troviamo una porta USB 3.0, una porta HDMI, e la porta TYPE-C per la ricarica. Sul lato sinistro, invece è presente il jack per le cuffie e l’ingresso micro-sd (per inserire un’eventuale memoria aggiuntiva).

Nella parte inferire è invece presente l’aggancio magnetico per la tastiera, di cui parleremo più avanti.

Non manca poi la Asus Pen in alluminio, dalle dimensioni simili ad una classica biro per scrivere: è dotata di 1024 livelli di pressione per scrivere sul tablet in maniera semplice e precisa. Peccato però che non sia presente un vano interno al tablet o alla tastiera per poterla riporre.

Frontalmente poi, vogliamo segnalare la presenza della camera ad infrarossi per Windows Hello, che permette di accedere al tablet senza dover inserire il pin o la password: infatti, questa camera farà la scansione del volto e se lo stesso risulterà registrato tra quelli impostati, sbloccherà il dispositivo.

Il display ha 12,6 pollici vanta una risoluzione pari a 2880 x 1620 pixel con ottimi angoli di visione.

Purtroppo la luminosità non è elevatissima e a causa dello schermo lucido, le ditate tendono a vedersi un po’ troppo e i colori risultano un po’ smorti.

Non si tratta un cattivo monitor, ma forse sotto questo aspetto di poteva fare di più.

TASTIERA & TOUCHPAD

La tastiera magnetica (che funge anche da cover per il tablet) inclusa nella confezione di vendita risulta solida e ben costruita. I tasti sono retro-illuminati su tre livelli, con un corsa dei tasti non ai livelli delle migliori tastiere per notebook, ma in ogni caso il touch and feel apprezzabile.

Il touchpad è abbastanza ampio e funziona davvero bene; inoltre è reattivo nelle gesture con Windows e nell’uso quotidiano non vi farà sentire la mancanza del mouse.

AUTONOMIA

Il grande punto a sfavore di questo dispositivo è purtroppo l’autonomia. La batteria integrata è da 39Wh, che vi permetterà di lavorare per circa 6 ore considerano un utilizzo standard e luminosità media. Valore che però può variare notevolmente in base ai carichi di lavoro: considerate che se lo utilizzata alla luminosità massima con programmi di rendering arriverete a malapena a 2 ore, se invece lo utilizzate solo per scrivere con un editor di testo con internet disattivato potreste raggiungere e superare anche le 7 ore.

Credo, visto l’orientamento business del prodotto, che sulla batteria si poteva optare per qualcosa di più potente.

SOFTWARE 

Come abbiamo già accennato ad inizio articolo, Windows 10 Pro, gira che è una meraviglia. Il merito è l’accoppiata vincente tra hardware di primo livello e sistema operativo. Il risultato è un dispositivo reattivo e fluido in ogni condizione di utilizzato, garantendo un’esperienza d’uso paragonabile a quella dei notebook “standard”.

L’unico difetto riscontrato è le temperatura tendono ad essere elevate, tanto che sia la scocca posteriore che anteriore tendono a scottare, con la conseguenza che le ventole entrano subito in funzione emettendo un ronzio che a lungo andare può essere fastidioso.

CONCLUSIONI

In conclusione riteniamo che questo ASUS Transformer 3 Pro sia un convertibile 2 in 1 molto valido: è costruito bene, la tastiera è buona e la stylus inclusa è un valore aggiunto.

Se cercate un dispositivo per la mobilità, che fa da tablet e da pc, questo Asus è il prodotto che fa per voi!

Written by
La tecnologia è pane quotidiano per i miei denti, mi piace essere aggiornata in ambito multimediale e tecnologico. Adoro The Walking Dead e tutte le serie horror in genere. Sono una grande tifosa della Ferrari e il tempo libero lo trascorro facendo lunghe pedalate con i miei bambini!

COSA NE PENSI?

0 0

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Sign Up