ASUS ZENFONE 3 ZE520KL – RECENSIONE

Dopo l’ottimo successo ottenuto dallo ZenFone 2 e da tutte le sue varianti, Asus ha deciso di riprovarci proponendo sul mercato la terza generazione di Zenfone, smartphone più eleganti e disponibili in diverse varianti che si differenziano per polliciaggio, RAM e memoria interna.

Il modello da noi provato è lo ZE520KL dotato di display da 5,2 pollici, con processore octa-.core Snapdragon 625 a 64bit con GPU Adreno 506, 4 GB di RAM e memoria interna da 64 GB, di 11 utilizzanti dal sistema operativo e dalle varie app già preinstallate. La memoria può essere espansa tramite micro-sd. Completano la dotazione due fotocamere da 16 e 8 megapixel, la tecnologia LTE Dual SIM (Dual Stand-by) e l’ingresso Type-C con funzioni OTG. La batteria integrata è invece da 2650 mAh.

La confezione di vendita include al suo interno: il caricabatterie da 2A, un cavo USB / Type-C, cuffie auricolari in-ear, adattatori per le cuffie.

Quello che salta subito all’occhio guardando il nuovo Zenfone 3 è il design: completamente rimodernato rispetto alla generazione precedente di smartphone ASUS ed ora molto più gradevole e ricercato. Il profilo è realizzato in metallo e sia nella parte anteriore che posteriore troviamo il vetro con protezione Corning Gorilla Glass 3.  L’ergonomia è ottima, merito delle dimensioni compatte (46.87 x 73.98 x 7.69) e dal peso di 144 grammi. Peccato solo che il retro in vetro, nonostante sia elegante e solido tende a far scivolare le dita, proprio per questo ne consigliamo l’utilizzo con una cover.

Sul lato sinistro lungo troviamo il cassettino estraibile per le sim: possiamo inserire una micro-sim e una nano-sim, oppure una micro-sim e una micro-sd per espandere la memoria. Sul lato destro lungo trova spazio il bilanciere del volume e il tasto di accensione / spegnimento.

Sul lato alto è presente il jack per le cuffie  e il microfono adibito  alla riduzione del rumore, mentre sul lato corto basso è presente il microfono principale, l’ingresso type-c con funzioni OTG e lo speaker principale.

Posteriormente, troviamo la fotocamera da 16 megapixel, che sporge rispetto al resto della scocca, l’autofocus al laser, il doppio flash led e il lettore d’impronte per sbloccare rapidamente il device.

Frontalmente troviamo nella parte alta lo speaker di sistema, il sensore di luminosità e prossimità, il led di notifica, oltre alla camera frontale da 8 megapixel. Nella parte frontale bassa, invece troviamo i tre tasti di Android, che purtroppo risultano ancora una volta non retroilluminati.

Il display da 5,2 pollici è un Super IPS+ con vetro 2,5D, che  vanta una risoluzione Full HD pari a 1920 x 1080 pixel con densità di pixel di 424ppi.

La visibilità generale è buona, cosi come l’angolo di visualizzazione, permettendoci di utilizzare, senza problemi, lo smartphone sotto la luce diretta del sole, i colori sono abbastanza nitidi e dettagliati, ma per i più esigenti Asus mette a disposizione l’applicazione Spendid che ne permette la regolazione della temperatura. Inoltre è presente anche la funzione per ridurre la luce blu utile quando utilizziamo lo smartphone nelle ore notturne.

Asus Zenfone 3 è dotato di fotocamera da 16 megapixel con sensore Sony IMX298, con lenti Largan a 6 elementi, con stabilizzatore ottico a 4 assi e digitale 3 assi; l’apertura massima è f/2.0. A corredo troviamo la messa a fuoco al laser e il doppio flash led.

Frontalmente invece troviamo una camera da 8 megapixel con apertura f/2.0. I video invece vengono registrati sia in 4K a 30 fps che in Full HD sia a 30 che 60 fps.

La qualità delle foto sono molto buone e ricche di dettagli soprattutto se scattate in condizione di luce ottimale. La messa a fuoco risulta veloce e precisa.

Il software messo a disposizione offre moltissime modalità di scatto come ad esempio l’HDR Pro, lo scatto in notturna e la funzione profondità di campo. E’ inoltre presenta anche una modalità manuale per regolare ogni singolo parametro dello scatto.

Lo smartphone integra al suo interno una batteria da 2650 mAh con integrate la funzione di ricarica rapida. Sulla carta può sembrare poco, se consideriamo che tutti i principali competitori offrono batteria dai 3000 mAh in su, ma ritengo che Asus abbia fatto un buon lavoro di ottimizzazione permettendoci di arrivare “quasi” a fine giornata con qualche piccolo accorgimento.

Come di consueto, Asus mette a disposizione anche tutta una serie di modalità di risparmio energetico scegliendo tra profili più prestazioniali fino a quello di risparmio super dove viene mantenuto attivo il telefono, SMS e sveglia, ma viene disattivata la rete.

Il comparto audio non è eccezionale, sia in capsula che utilizzando lo speaker di sistema: risultando con volume generale non troppo alto e senza tonalità basse.

Asus Zenfone 3 ZE520KL è dotato di sistema operativo Android 6 con interfaccia personalizzata ZENUI 3.0, che come abbiamo già visto anche sugli altri smartphone della serie zenfone, offre moltissime possibilità di personalizzazione come i temi, le dimensioni delle icone e i font di sistema.

Inoltre è possibile ordinare le app secondo diversi criteri a scelta dell’utente, oppure possiamo disabilitare il drawer e avere tutte le app sulle homescreen.

Asus inoltre ha integrato il doppio tap per risvegliare e spegnere il display, oltre ad una serie di gestire che permettono di avviare rapidamente alcune applicazione a schermo spento.

Peccato solo che siano presenti moltissime app precaricate che per la maggior parte dei casi non possono essere rimosse ma solo disabilitate.

In conclusione, riteniamo che lo Zenfone 3 di Asus sia uno smartphone a tutto tondo, che si fa apprezzare per la qualità costruttiva. per le prestazioni e per la fotocamera di qualità.  Peccato per i tasti funzione non retro-illuminati e per le troppe app preinstallate.

[amazon_link asins=’B01L29XWPM,B01L29XI4M’ template=’ProductGrid’ store=’geek4you-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a5efa5bc-e96a-11e6-8ced-690463f9c5a3′]