Honor 6X –  Recensione

Dopo un anno ricco di successi,  il 2017 di Honor parte alla grande,  con l’arrivo del nuovo Honor 6X: un device dal piccolo prezzo ma con caratteristiche da top gamma. Scopriamo lo insieme nella nostra recensione.

CONFEZIONE DI VENDITA

La confezione di vendita si caratterizza dalla classica scatola di cartone color verde acqua,  al cui interno oltre al device troviamo il pin estrattore per la sim,  il cavo Usb / Micro-usb,  il caricabatterie da corrente,  le cuffie in-ear e la pellicola per il vetro (già applicata allo stesso).

HARDWARE & CONNETTIVITA’

Honor 6x non ha nulla da invidiare ai più blasonati “top-gamma”, infatti al suo interno trova spazio un ottimo processore Octa-core HiSilicon Kirin 655 (composto da un quad-core Cortex A53 da 2.1 Ghz + un quad-core Cortex A53 da 1.7 Ghz) con GPU Mali-T830, 3 GB di RAM e 32 GB di storage espandibile tramite micro-sd fino ad ulteriori 128 GB.

Non manca ovviamente il supporto Dual Sim Dual Stand-By (possiamo o utilizzare due sim (1 nano  + 1 micro-sim ) oppure rinunciare ad una sim per espandere la memoria), la tecnologia LTE, il Bluetooth 4.2, il Wifi sulla frequenza da 2.4 Ghz e il sensore NFC.

La batteria integrata è da 3340 mAh ed a bordo è presente Android nella versione 6 (entro l’estate dovrebbe essere aggiornato a Nougat). Completano la dotazione hardware una doppia fotocamera principale e il lettore d’impronte.

DESIGN & SCHERMO

Honor 6x vanta un design decisamente più compatto rispetto al suo predecessore; infatti le sue dimensioni sono 150,9 x 72,6 x 8,2 mm per 162 grammi di peso. La sensazione che si prova nel maneggiarlo è ottima, cosi come l’ergonomia. Realizzato con una scocca completamente in alluminio con bordi arrotondati, riesce ad essere elegante e giovanile al tempo stesso.

Analizzandolo da vicino, troviamo sul lato destro il carrellino per la sim e la micro-sd, sul lato sinistro il bilanciere del volume e il tasto di accensione e spegnimento.

Sul lato corto alto  è presente il jack per le cuffie da 3.5 e il microfono per la riduzione del rumore. Sul lato corto basso troviamo lo speaker, il microfono principale e l’ingresso micro-usb per la ricarica.

Posteriormente trova spazio, in maniera leggermente sporgente dal resto della scocca,  la doppia fotocamera da 12 + 2 megapixel con flash e subito sotto il lettore d’impronte per lo sblocco del device.

Frontalmente troviamo il sensore di prossimità, il led di notifica  la capsula auricolare e la camera frontale da 8 megapixel, mentre i tasti di Android sono a schermo.

Il display IPS da 5,5 pollici vanta la risoluzione Full HD ed offre dei colori molto profondi e abbastanza dettagliati, con  buon angolo di visualizzazione e la possibilità di visualizzare lo smartphone sotto la luce del sole senza grossi problemi.

Inoltre, Honor permette di impostare la temperatura del colore sceglieno tra Calda, Fredda o un valore predefinito dall’utente, oltre a permette l’attivazione della Protezione Occhi che filtra la luce ed evita di sforzare gli occhi (utile se utilizzate molto lo smarpthone di sera e di notte).

FOTOCAMERA

Come abbiamo accennato ad inizio recensione, Honor 6x è dotato di una doppia fotocamera principale da 12 megapixel (con pixel più grandi da 1,25 micron)+ 2 megapixel.  Mentre la fotocamera anteriore è da ben 8 megapixel e i video vengono registrati con qualità Full HD.

Presenti moltissime modalità di scatto come l’HDR, lo scatto notturno, panorama, Yummy (modalità per mettere in risalto il cibo, Light Painting  e la modalità Foto Pro che permette di settare manualmente diversi parametri come ISO, la messa a fuoco, il bilanciamento del bianco e il tempo di esposizione.

La grande novità legata ad Honor 6x e agli smartphone mid-range è la presenza di una seconda fotocamera da 2 megapixel che va a dare profondità di campo, offrendo quindi foto davvero elevate per la fascia di prezzo a cui appartiene il device.

Gli scatti sono molto buoni, con colori nitidi e profondi, sia in condizioni ottimali di luce, sia con poca luce dove le due fotocamere si esprimono al meglio.

I video vengono registrati in Full HD a 16:9 con una buona qualità. Sempre a livello software possiamo abilitare la funzione rallentatore e la modalità “Video Pro”, che anche in questo caso permette di settore alcuni parametri come l’esposizione e la messa a fuoco.

LETTORE D’IMPRONTE

Anche Honor 6x è dotato di un pratico lettore d’impronte posizionato sul retro del device. Lo sblocco avviene in soli 0,3 secondi e l’intera procedura per registrare le impronte è semplice e veloce.

Inoltre dal menu delle impostazioni possiamo andare a personalizzare l’utilizzo del lettore, permettendoci ad esempio di scattare foto o registrare video tenendo premuto il sensore, rispondere alle chiamate o  interrompere la sveglia. Ma non solo, infatti troviamo integrati anche un paio di gesture  di scorrimento, come quelle di sfogliare le foto a schermo intero scorrendo il dito a destra e a sinistra sul sensore, oppure scorrere il dito vero il basso per visualizzare le notifiche.

BATTERIA E AUDIO

Honor 6x integra al suo interno una batteria da ben 3340 mAh, che vi permetterà di arrivare a fine serata con un utilizzo abbastanza intenso del device.

Come di consuetudine, Honor integra al suo interno diverse modalità di risparmio energetico che permette di aumentarne l’autonomia a discapito della potenza della CPU, oltre a selezionare e gestire le applicazioni che possono continuare a lavorare in background anche quando il device è in stand-by.

L’audio è abbasta buono sia in vivavoce che in capsula auricolare e non presenta rumore neanche se utilizzato a volume alto.

SOFTWARE

Honor 6x è venduto con a bordo il sistema operativo Android 6 e interfaccia EMUI 4.1. In ogni caso è giusto sottolineare che è imminente l’uscita dell’aggiornamento ad Android 7, tanto che in questi giorni Honor sta promuovendo proprio la possibilità di diventare beta-tester per provare in anteprima il nuovo sistema operativo sul device. Inoltre, durante la presentazione avvenuta a Milano ad inizio mese, ci è stato comunicato che nel corso del 2017 arriverà anche l’aggiornamento della EMUI alla versione 5.0.

Al di la del sistema operativo, il software include la modalità di utilizzo ad una mano attivabile tramite un semplice slide sulla barra dei tasti Android. Inoltre, a schermo spento è possibile attivare il riconoscimento vocale tenendo premuto il pulsante giù, oppure scattare una foto in un secondo attraverso un doppio click sul pulsante del  volume giu.

Ma non solo, i tasti di Android a schermo sono personalizzabili ed è persino possibile aggiungere il tasto per accedere più rapidamente al menu delle notifiche.

La navigazione web tra i vari menu e nel browser è molto veloce e non abbiamo rilevato rallentamenti o blocchi. Infine anche l’esperienza di gioco è risultata positiva.

In conclusione questo Honor 6x è uno smartphone che fa tremare la fascia media del mercato, perché per 249 euro offre features e funzionalità di solito presenti solo nei top gamma.

Un device che offre tutto e lo offre bene, inoltre sarà aggiornato a breve ad Android 7. Prodotto consigliato come Best Buy.

 

[amazon_link asins=’B01MXFV5D3,B01M5KNDC3,B01MQEC7EX’ template=’ProductGrid’ store=’geek4you-21′ marketplace=’IT’ link_id=’26bcd89a-f6e6-11e6-9a46-a92dcadcd03d’]