Huawei Mate 9 – il gigante buono – Recensione

A inizio novembre Huawei ha presentato in quel di Monaco, il nuovo Mate 9, disponibile in due varianti: standard da 5,9 e la versione Porche Design, più originale, ma dal prezzo proibitivo.

Ora che il Samsung Note 7 si è tagliando le gambe da solo, uscendo dal mercato a seguito delle varie esplosioni verificatesi in tutto il mondo, Mate 9 punta a sfidare l’iPhone 7 Plus e il Samsung Galaxy S7 Edge. Riuscirà in questo intento? Scopriamolo insieme nella nostra recensione..

CONTENUTO DELLA CONFEZIONE

huawei_mate9-55-copyLa confezione di vendita del Mate 9, è da vero top gamma, infatti gli accessori inclusi al suo interno sono molti.

Packaging nero, con in rilievo il logo Mate 9, include al suo interno oltre allo smartphone, il caricabatterie da 5V, il cavo USB / Usb Type C, un adattatore type-c/micro-usb, il pin estrattore per la sim, la una cover trasparente e le cuffie.

HARDWARE & CONNETTIVITA’

A livello hardware Mate 9 di Huawei non teme rivali, infatti qui troviamo il meglio che la tecnologia possa offrire, grazie al nuovissimo processore octa-core Kirin 960 dotato di quattro core Cortex ARM A73 da 2.4 GHz e quattro core Cortex A53 da 1.8 GHz, con GPU Mali G71, 4 GB di RAM e ben 64 GB di memoria interna tramite micro-sd.

Si tratta di uno smartphone 4G LTE, Dual SIM che permette di utilizzare contemporaneamente due account whatsapp e due account facebook, grazie ad una funzione attivabile dal menu delle impostazioni. Ma attenzione: o utilizzate due sim, oppure una sim e la micro-sd, perchè lo slot della seconda SIM è condiviso con la micro-sd.

huawei_mate9-36-copy

Non mancano poi tutti i vari sensori, il GPS, il Bluetooth 4.2, l’NFC, ben quattro microfoni e una batteria da 4000 mAh con funzioni SuperCharger di cui parleremo più avanti.

MATE 9 “da vicino”

A livello costruttivo Huawei ha fatto un grandissimo lavoro, infatti MATE 9 è un device da 5,9 pollici, ma le sue dimensioni (156,9 x 78,9 x 7,9 mm di spessore) coincidono con i device da 5,5 pollici come ad esempio l’iPhone 7, grazie ad una grandissima ottimizzazione degli spazi e ai bordi laterali ridotti praticamente al minimo.

Mate 9 vanta un corpo unibody completamente in alluminio con bordi arrotondati, forse un po’ scivoloso, ma dalla grande solidità generale, tipica dei prodotti premium.


Sul lato sinistro è presente il  carrellino per la SIM  e la micro SD (o due SIM), mentre sul lato destro troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione/spegnimento. Sul lato corto alto è presente il jack per le cuffie e il sensore a infrarossi per utilizzare lo smartphone come telecomando universale con i vari dispositivi in casa. Sul lato corto basso è invece presente lo speaker principale e l’ingresso type-c per la ricarica del device.

huawei_mate9-21-copyPosteriormente, è presente la doppia fotocamera da 12 e 20 megapixel realizzata in collaborazione con LEICA con doppio flash led, autofocus ibrido, microfono e lettore d’impronte.

Frontalmente troviamo invece lo speaker di sistema, i sensori di luminosità e prossimitò, la fotocamera anteriore da 8 megapixel. I tasti di Android sono a schermo, per cui non visibili a telefono spento.

DISPLAY

Il display IPS da 5,9 pollici del Mate 9 dispone della risoluzione Full HD, con colori davvero molto brillanti e vividi. Angoli di visione praticamente perfetti, oleofobico e perfettamente leggibile sotto la luce del sole.

huawei_mate9-9-copy

A livello software Huawei permette di regolare la temperatura colore scegliendo tra calda o fredda, e di attivare la protezione occhi che praticamente filtra la luce blu così da non sforzare gli occhi durante lunghi utilizzi del device. Inoltre la modalità protezioni occhi, permette di  programmare una data di inizio e di fine, cosi da non dover attivare ogni giorno la funzione se la utilizzate abitualmente.

AUDIO – LETTORE D’IMPRONTE – BATTERIA

L’audio offerto dal MATE 9 è un qualcosa di eccezionale, ottimo sia in capsula che in modalità vivavoce, in quanto risulta nitido e molto potente. Inoltre se utilizzate la modalità vivavoce, potrete attivare il microfono direzionale così da far arrivare solo la vostra voce e non i rumori circostanti.

Il lettore d’impronte è molto reattivo, sia la configurazione che l’utilizzo sono risultati veloci e immediati. Il lettore d’impronte non solo permette di sbloccare il device istantaneamente, ma permette, se abilitato dalle impostazioni, di scattare foto e video, di rispondere alla chiamate, di interrompere la sveglia, di visualizzare il pannello delle notifiche (scorrendo verso il basso sul lettore d’impronte), sfogliare le foto (scorrendo con il dito a destra e a sinistra sul lettore d’impronte). Non è invece presente la funzione multifunzione (per associare la pressione del tasto all’apertura di una specifica app) come invece avviene con Honor 8.

La batteria ai polimeri di litio integrata all’interno del MATE 9 è da ben 4000 mAh. L’autonomia vi riuscirà tranquillamente a portare a fine serata considerando un utilizzo intenso del device, mentre con un utilizzo medio coprirete tranquillamente due giorni di autonomia. Considerate, che io sono riuscita a fare circa 6 ore di schermo acceso con utilizzo intenso, mentre nei “giorni più calmi” arrivo a sera con il 40% della batteria residua.

Ma non solo, Mate 9 include quella che viene chiamata ricarica Super-Charge, infatti grazie al caricatore da 4.5V – 5A si riesce a ricaricare il device dallo 0 al 60% in soli 30 minuti. Una vera manna dal cielo, in caso siete a corto di batteria e necessitate di una ricarica al volo.

huawei_mate9-23-copy

FOTOCAMERA

Mate 9 è il secondo device di Huawei a contare sulla collaborazione con LEICA per il comparto fotografico. Rispetto al P9, qui troviamo quella che la società ha definito la seconda generazione di fotocamere LEICA inserite nello smarpthone; infatti troviamo una doppia fotocamera principale da 12 megapixel RGB e 20 megapixel monocromatica entrambe con apertura F/2.2, Hybrid Zoom 2X e messa a fuoco ibrida 4 in 1 che combina automaticamente la messa a fuoco laser, rilevamenti di fase, profondità e contrasto. Come per il P9, anche qui l’utente non dovrà settare nulla, ma sarà il software a stabilire quale messa a fuoco utilizzare in base al tipo di scatto. Inoltre, rispetto al P9 è stato aggiunto lo stabilizzatore ottico per foto e video e permette anche in questo caso di salvare le foto in formato RAW.

 

La fotocamera anteriore è da 8 megapixel e i selfie sono abbastanza buoni.

Al di la di tutti questi tecnicismi, quello che emerge dall’uso pratico è che gli scatti con la camera principale sono ottimi, praticamente paragonabili a quelli del P9. Ottimi in condizione di luce ottimale e con un po’ di rumore per gli scatti notturni, ma comunque  godibili.  

Onestamente, visto che durante la presentazione si è parlato di seconda generazione di fotocamera LEICA, mi sarei aspettata una qualità “superiore” rispetto al P9 e non uguale. Questo però non toglie che gli scatti sono molto buoni.

screenshot_20161119-151253-copy

A livello software Huawei include moltissime modalità di scatto, come bianco e nero, HDR, LightPaiting, Panorama etc, senza dimenticare la nota funzione che permette di aprire al massimo il diaframma e regolare dopo lo scatto il punto di messa a fuoco. Come nel P9, non manca la modalità PRO che permette di agire manualmente su alcuni parametri come ISO, esposizione, velocità otturatore e tipo di messa a fuoco.

Per quanto riguarda i video, finalmente possono essere registrati in formato 4K, ma ho notato una certa difficoltà nel tenere la messa a fuoco, creando di conseguenza video dall’effetto scattoso. Secondo me, sotto questo aspetto si potrebbe migliorare ancora.

SOFTWARE

Huawei Mate 9 è dotato di sistema operativo Android 7 Nougat con interfaccia personalizzata Huawei EMUI 5.0.

Tra le principali novità troviamo la possibilità di attivare o meno il Drawer e scegliere noi se avere tutte le app nella schermata di Home oppure no.

Per quanto riguarda il sistema delle notifiche è stato inserito quello stock di Google Nougat e nella barra in alto comparirà solo il numero delle notifiche e non le singole icone. Inoltre dal pannello delle notifiche sarà possibile ad esempio rispondere direttamente a un whatsapp senza dover necessariamente aprire l’app.

Non manca poi la possibilità di splittare in due lo schermo tramite il tasto virtuale delle app recenti. Il fattore che maggiormente mi ha sorpreso, durante l’utilizzo di tutti i giorni, è la semplicità dell’interfaccia grafica, che grazie alla naturale evoluzione della EMUI di Huawei ora permette di effettuare il 50% dei task con soli due click, ma soprattutto è un software che non lagga e non ha nessun impuntamento o incertezza negli utilizzi stress. Il merito è da imputarsi agli algoritmi auto-adattativi introdotti da Huawei, che permettono di allocare le risorse in maniera ottimizzata considerando anche una perfetta gestione della CPU con tanto di deframmentazione della memoria con fail rate più basso.

Un altro aspetto per me fondamentale, oltre all’ottima fluidità anche con carichi pesanti di lavoro, è che MATE 9 non scalda mai, e devo ammettere che questo è il primo device che provo ad essere sempre freddo, anche dopo lunghe sessioni di gioco. Davvero notevole!

huawei_mate9-57-copy

CONCLUSIONE

Se Huawei ha scavalcato Samsung, diventando il primo produttore di smartphone Italia, un motivo c’è, e la risposta si potrebbe semplificare con la parola “MATE 9”.

Nonostante alcune piccole cose da migliorare, come la tenuta della messa a fuoco nei video, il MATE 9 rappresenta al momento il top smartphone sotto ogni punto di vista, perchè riesce ad eccellere e convincere sotto ogni aspetto.

Written by
La tecnologia è pane quotidiano per i miei denti, mi piace essere aggiornata in ambito multimediale e tecnologico. Adoro The Walking Dead e tutte le serie horror in genere. Sono una grande tifosa della Ferrari e il tempo libero lo trascorro facendo lunghe pedalate con i miei bambini!

COSA NE PENSI?

0 0
avatar
0 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.