Home » Recensioni » LEGO GLI INCREDIBILI – PS4 – RECENSIONE

LEGO GLI INCREDIBILI – PS4 – RECENSIONE

Era il lontano 2004 quando la Pixar, dopo accorpata alla Disney, lanciava nelle sale cinematografiche di tutto il mondo il film animazione Gli incredibili.

Sin da subito fu un successo e non ci volle molto prima di capire che sarebbe passato alla storia del cinema come il film capolavoro che per primo ha rivoluzionato il concetto del cinecomic moderno. Con Gli incredibili, infatti, non si voleva parlare solo con la solita nicchia di coloro che amano e seguono da anni i loro supereroi, ma il messaggio era universale.

Intere famiglie si ritrovarono così all’interno delle sale cinematografiche ad appassionarsi alle vicende della famiglia Parr. Nel 2018 il sequel, per il momento disponibile solo negli Stati Uniti (in Italia dovrebbe arrivare verso il mese di Settembre).

Questo incredibile ritorno, dopo ben 14 anni dal primo capitolo, non poteva di certo passare inosservato e non essere celebrato da un videogioco firmato TT Games.

La genialità del videogioco consiste nell’aver saputo fondere insieme due grandi mondi insieme, ovvero quello colorato dei mattoncini Lego è quello degli Incredibili in entrambi i film di animazione della Pixar.

Pertanto questo vuol dire che la storia ruota sempre intorno alla famiglia Parr: nel videogioco Lego: Gli incredibili, infatti, si cerca di ripercorrere le avventure narrate tanto nel 2004 quanto nel 2018, ma con lo spirito allegro, divertente e ironico tipico del mondo Lego.

Ma proviamo a procedere per gradi, iniziando con l’analisi della struttura del videogioco in questione. E già qui incontriamo qualche piccola perplessità che riguarda la divisione della storia in capitoli. Ma i capitoli qui corrono al contrario, per cui a differenza di quanto accaduto nella realtà, si parte dalle avventure presenti in Gli incredibili 2, riprendendo dalla scena finale del primo capitolo quando all’uscita dello stadio, dove la famiglia Parr si è recata per assistere alla gara del piccolo Flash, ci si ritrova a fronteggiare un vecchio nemico.

Il nemico in questione è il Minatore, intenzionato a gettare nel caos e nel panico più totale l’intera città. Ma la famiglia Parr è subito al contrattacco, facendo partire così il primo livello di gioco che altro non è che un’anteprima di ciò che noi vedremo nelle sale cinematografiche a settembre con il sequel. Un bel modo di rovinare la sorpresa, avranno pensato in molti.

Ma niente paura perché in realtà il videogioco in questa sua prima parte cerca di essere molto sintetico e molte scene clou sono state eliminate e sostituite da siparietti comici alla maniera dei Lego. Ben diversa invece la seconda parte del gioco in cui non si ha paura di raccontare in quanto le avventure riportate sono già nella memoria di ognuno di noi.

Come avviene in tutte le ultime produzioni TT Games, anche qui in Lego: Gli incredibili il giocatore viene letteralmente catapultato in una sorta di open world formato mattoncino abbastanza ampio in cui poter vivere e partecipare alla missione principale, così come decidere di prendere parte ad azioni secondarie.

Nel caso in cui si decida di seguire le missioni principali, cambia anche l’ambientazione a seconda di quanto stabilito dalla trama, realizzata con una cura meticolosa è quasi maniacale dei particolari . Per quanto riguarda i personaggi invece va detto che nel corso di tutto il gioco si usano fondamentalmente quattro personaggi appartenenti alla famiglia Parr , sebbene al giocatore sia offerta una vasta gamma di personaggi tra cui scegliere.

Gli eroi controllabili che sono maggiormente indispensabili per la progressione del videogioco sono Bob, Helen Flash, Violetta e il piccolo Jack Jack. In men che non si dica il giocatore si ritrova a fronteggiare il crimine. Tom Stone, amministratore delegato presso la TT Games Publishing, ha affermato che “la storia degli Incredibili è caratterizzata da personaggi con superpoteri , tanta avventura e lavoro di squadra, senza contare le battute, i rompicapo e tutte le sorprese tipiche dei giochi Lego:è un mix perfetto per qualsiasi tipo di giocatore.

Con Lego: Gli incredibili i fan possono rivivere in prima persona tutte le emozioni dei film e unire le forze di ciascun supereroe della famiglia per cercare di fronteggiare la criminalità “. Probabilmente non sarà un videogioco perfetto, ma se è in grado di riunire tutti e far trascorrere al giocatore ore di puro divertimento, allora l’obiettivo è stato raggiunto. 

6.8
Fair
Written by
La tecnologia è pane quotidiano per i miei denti, mi piace essere aggiornata in ambito multimediale e tecnologico. Adoro The Walking Dead e tutte le serie horror in genere. Sono una grande tifosa della Ferrari e il tempo libero lo trascorro facendo lunghe pedalate con i miei bambini!

Have your say!

0 0

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Privacy Preference Center

Vai alla barra degli strumenti