Home » Articoli » Come fare per » SEO e SEM: quali sono gli strumenti da utilizzare per avere successo in rete

SEO e SEM: quali sono gli strumenti da utilizzare per avere successo in rete

SEO e strategie di posizionamento: come utilizzare al meglio il mondo del web facendo salire il proprio contenuto alle prime posizioni nelle query

SEO

Spesso ci si domanda se per contribuire al successo di un sito web sia più importante provvedere ad un corretto layout o cercare contenuti che siano davvero competitivi. La risposta è che nessuna di queste due argomentazioni è importante tanto quanto il corretto posizionamento. In fase di realizzazione, infatti, provvedere a trovare un contenuto valido, architettare bene il sito in modo chiaro e semplice e servirsi della procedura di link building sono tutte operazioni fondamentali, ma per la vitalità e i risultati di mercato del sito ciò che conta sono le strategie SEO.

Questo acronimo sta per Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione sui motori di ricerca. Gli esperti di web marketing e le SEO Agency provvedono a studiare il mondo del web attraverso quelli che vengono chiamati i Trends, ovvero le tendenze di ricerca degli utenti su un motore (ad esempio Google) in un lasso di tempo determinato, che può variare da poche ore a molti mesi o anni, in base al filtro impostato.

Una volta compreso l’andamento degli “umori” del web, si può procedere all’ottimizzazione SEO, che prevede che le parole chiave che vanno ad identificare il nostro contenuto siano il più simili possibile, se non proprio uguali, a quelle che si presume che l’utente medio andrà a digitare nella barra di ricerca del motore quando si mette in cerca di un contenuto simile al nostro.

Per fare un esempio, se avete un’azienda che vende occhiali da sole polarizzati nel centro di Milano, probabilmente il modo migliore per ottimizzare il vostro contenuto sarà legarlo alle parole chiave ‘occhiali da sole Milano’, poiché è largamente prevedibile che un utente in cerca di lenti solari digiti queste parole su internet.

Altra ottima strategia di mercato per pubblicizzare un contenuto su internet e generare traffico utile verso quel contenuto è il SEM, ovvero Search Engine Marketing. Qui si entra nel campo un po’ più creativo e pubblicitario, oltre che strettamente informatico, in quanto prevede il lancio di campagne pubblicitarie sui motori di ricerca. Anche qui occorre fare degli studi preliminari per scoprire quali advertisement e alerts è bene mettere in visione al singolo utente: dopo qualche visita ripetuta sugli stessi siti, infatti, può succedere che sulle pagine iniziali dei motori di ricerca o sulle stesse pagine di altri siti diversi che l’utente andrà a visitare, appaiano i banner pubblicitari dei contenuti visitati più spesso. Questo accade perché i trends di Google o di altri motori di ricerca individuano una frequente ricerca di contenuti simili, e se i siti hanno previsto campagne pubblicitarie l’utente viene attratto nella loro orbita.

Non è da tralasciare, inoltre, il social media marketing, che si occupa più specificamente di produrre campagne pubblicitarie sui social network, primi tra tutti Facebook e Instagram.

Per quanto riguarda il social di Zuckerberg, Facebook dà la possibilità di accedere come azienda, creando una propria pagina personale e pagando una campagna pubblicitaria che garantisce un aumento dei like proporzionale ogni settimana, lanciando il contenuto che ha aderito alla campagna pubblicitaria come possibile pagina di interesse a tutti quegli utenti che si sono messi in cerca di qualcosa di simile su Facebook.

Instagram, piuttosto, punta ancora di più sull’immagine e sul link building attraverso il meccanismo degli hashtag. Pubblicando immagini sulle pagine social dei vari brand, infatti, può capitare di intercettare l’hashtag perfetto, che attira moltissime visualizzazioni e molti follower. In quel caso, l’hashtag diventerà il principale elemento di rispondenza tra le pagine degli utenti e la pagina del brand, e ad esso si andranno ad ancorare tutte le successive immagini di quella campagna pubblicitaria, e comunque tutte le immagini più in voga di quel brand.

È importante, comunque, continuare a tenere vivo l’interesse di clienti acquisiti o potenziali anche tramite il Digital PR, ovvero la procedura di lancio di offerte e novità tramite le newsletter: in questo modo è più facile essere ricordati e avvertire di continuo il cliente che la propria azienda potrebbe offrire ciò di cui lui o lei è in cerca.

Ovviamente sia le strategie SEO che SEM e il social media marketing sono delle procedure che vanno curate da esperti, che si occupano di questo e possono garantire al cliente serietà e risultati di un corretto posizionamento nel mondo del web.

 

 

Written by
La tecnologia è pane quotidiano per i miei denti, mi piace essere aggiornata in ambito multimediale e tecnologico. Adoro The Walking Dead e tutte le serie horror in genere. Sono una grande tifosa della Ferrari e il tempo libero lo trascorro facendo lunghe pedalate con i miei bambini!

COSA NE PENSI?

0 0

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Vai alla barra degli strumenti