La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor rappresenta l’ultima fatica di Warner Bros e Monolith Productions. Titolo Open World in terza persona, ambientato nella Terra di mezzo che include l’innovativo Nemesis System.

[table id=49 /]

LA STORIA

Il gioco è ambientato nella Terra di Mezzo, tra gli eventi di Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli. Il protagonista del gioco è Talion, un ranger del Black Gate che fu assassinato insieme alla sua famiglia la notte in cui Sauron fece il suo ritorno a Mordor.

L'Ombra di Modor

Dopo esser resuscitato e collegato con lo Spettro, Talion si imbatte nella sua avventura spinto nella vendetta che lo porterà a capire perché gli è stata negata la pace della morte.

Il dualismo di Talion con il suo spettro andrà ad influire sulla trama e avrà, come intuibile delle ripercussioni sul gameplay, visto che il giocatore utilizzerà un personaggio abile sia nelle magie sia che nell’uso delle armi, modificando quindi sia il piano spettrale che quello materiale.

GAMEPLAY & TECNICA

Il gioco presenta diverse analogie con altri videogame, in particolare con Batman, Far Cry e Assassin’s Creed, prendendo il meglio che questi titoli hanno saputo offrire nel mondo videoludico.

L'Ombra di Mordor

L’analogia con la serie di Batman si presenta nel “rapporto con i nemici”, infatti ogni pesonaggio che incontriamo nel gioco ci vuole uccidere. Cosi anche i combattimenti ricordano Batman, grazie ai comandi da premere a tempo e agli indicatori che mostreranno al giocatore quando schivare i colpi e quando contrattaccare.

L’analogia con Far Cry lo notiamo nella possibilità di conquistare le varie aree di gioco, sbloccando poi la possibilità di effettuare i viaggi rapidi, facendoci risparmiare tempo.

Mentre l’analogia con Assassin’s Creed si nota nei movimenti del nostro personaggio, perché vi renderete subito conto che Talion può arrampicarsi su ogni superficie. Inoltre il nostro personaggio assomiglia molto quello della saga di Ubisoft anche nelle dinamiche Stealth.

Lombra-di-Mordor

Come già accennato Talion dispone di due rami di abilità: uno dedicato ai poteri materiali e l’altro invece per i poteri da spettro. Sottolineiamo, inoltre, che la gestione dell’Arco è molto dettagliata e grazie alla possibilità di acquisire delle abilità specifiche è possibile ampliare le potenziali offerte dall’arma.

Per quanto riguarda il sistema di controllo i comandi rispondono sempre in maniera ottimale, anche durante le fasi più “calde” del gioco.

GRAFICA & AUDIO

Graficamente il gioco è abbastanza buono. Non sono al top le architetture, i paesaggi e il sistema d’illuminazione (che in più di una occasione ha dato l’idea di essere vecchiotto). Da sottolineare invece la bravura nel riprodurre ottimamente gli effetti della pioggia, della grandine e della nebbia.

l-ombra-di-mordor-il-signore-degli-anelli

Di altissimo livelli sono invece i modelli dei personaggi: infatti ogni nemico è caratterizzato in maniera unica, sia per quanto l’estetica base (come il volto, l’acconciatura e la pella) sia per quanto riguarda l’armatura ed eventuali segni particolari come le cicatrici e i tatuaggi.

Per quanto riguarda l’audio, siamo di fronte ad una buona colonna sonora, così come gli effetti sonori e il doppiaggio italiani.

IL SISTEMA NEMESI, LA GRANDE NOVITA’ DEL GIOCO

Nemesys System è un sistema grazie a cui ogni nemico incontrato nel gioco e generato proceduralmente in modo tale da essere unico come apparenza, personalità, punti di forza e debolezza.

lombramordor

Questo si traduce che ogni Uruk (gli orchi servitori di Sauron) avrà un nome, un volte e una personalità. Grazie a questo innovativo sistema i nemici possono salire di livello, in base ai nostri risultati durante i combattimenti. Ad esempio se un Uruk ci uccide può ad esempio passare da capitano a comandante, aumentando quindi il proprio rango.

Ma il Sistema Nemesi non si limita solo a questo, ma anzi è bene sottolineare che più un Uruk sarà alto di grado più avrà a disposizione armate, equipaggiamenti migliori etc.

Gli Uruk non si limitano a stanziare un’area, ma possono avere degli impegni veri e propri sulla mappa, tanto che potremo imbatterci in Uruk impegnati in battute di caccia, banchetti o missioni. In questo modo il mondo di gioco in cui ci troviamo risulterà molto vivo, dove in alcuni casi faciliterà la nostra missione, mentre in altri casi ci renderà la vita alquanto difficile.

shadowofmordor_blackgates_printonly

Inoltre è presente la possibilità di marchiare gli orchi, cosi facendo potremo infiltrare un nostro alleato tra le file nemiche. Questa funzionalità è alquanto difficile perché dovremo svolgere delle missioni secondarie e diversi altri compiti.

COSA NON CI E’ PIACIUTO

La cosa che più non ci è piaciuta è che per affrontare il combattimento contro Sauron è necessario acquistare il season pass per avere accesso ai vari DLC in programma dagli sviluppatori. Onestamente è un vero peccato perché il combattimento con Sauron rappresenta la ciliegina sulla torta che manca, soprattutto per i fan de Il Signore degli Anelli.

ombra_mordor

CONCLUSIONI

La Terra di Mezzo: L’Ombra di Mordor è un grandioso gioco d’azione open world, irrinunciabile per chi è appassionato de Lo Hobbit e de Il Signore degli Anelli.

Da sottolineare l’ottimo sistema di combattimento e il Sistema Nemesi che rendono questo gioco unico e innovativo nel suo genere.

Peccato solo che se si vuole lottare contro Sauron sia necessario acquistare il DLC.

No more articles